corso-pasticceria-vegana

Corso di Pasticceria Vegana: sai scegliere quello giusto per te?

 

Quando decidi di iscriverti a un corso di formazione devi aver ben presente che non stai scegliendo un paio di scarpe o di orecchini. Stai investendo su te stesso, sulla tua crescita, sul tuo futuro. Per questo ho deciso di svelarti  i 5 requisiti che deve avere un Corso di Pasticceria Vegana degna di questo nome.

Se ti fermi un attimo a pensare concorderai con me che viviamo in un mondo sommerso dalla pubblicità: internet, televisione, radio, giornali, cartelloni stradali, annunci sui mezzi pubblici, inserzioni negli scontrini dei supermercati… siamo letteralmente invasi!

Per questo valutare quanto la pubblicità di un corso o di una scuola di pasticceria possa essere veritiera non è affatto semplice.

Io stessa in passato mi sono trovata in difficoltà. Scegliere il corso adatto alle mie esigenze era un vero e proprio dilemma.

E tu?

Ti è mai capitato di chiederti:

“ma sarà vero?”

“il corso vale davvero i soldi che chiede?”

Prima di fondare la Scuola di Pasticceria Vegana ho frequentato moltissimi corsi.

Forse col senno di poi alcuni avrei potuto evitarli, ma l’esperienza mi ha permesso di mettere a punto una “check list” che mi permettesse di valutare i corsi che trovavo o che mi venivano proposti.

Tuttora, quando devo scegliere un corso o una scuola di pasticceria vegana per aggiornarmi e confrontarmi con i colleghi, valuto 5  requisiti. Un metodo ormai perfettamente collaudato, e oggi voglio condividerlo con te.

I 5 requisiti per scegliere il corso di pasticceria vegana giusto per te

Diversificazione

La diversificazione è fondamentale. Per spiegarti di cosa si tratta, ti dico subito che cosa devi valutare e le domande che devi porti:

Viene specificato a chi si rivolge il corso?

Per esempio, è dedicato all’amatore o al professionista?

Questa è la base primaria per scegliere, perché un amatore e un  professionista differiscono per diversi aspetti:

  • esigenze
  • aspettative
  • attrezzature
  • ingredienti

Chi cucina nella propria abitazione lo fa con amore, amore per se stesso, per i propri cari e per gli amici.

Le sue “creazioni” sono personalizzate in base alle esigenze del momento, che possono variare a seconda dell’occasione. Inoltre cucina con l’attrezzatura presente in una cucina casalinga e  con ingredienti reperiti nei negozi per consumatori finali.

Il professionista invece cucina con la consapevolezza che sta fornendo un servizio pubblico, sottoposto a norme igieniche ben precise.

Le sue “creazioni” devono poter essere apprezzate da un vasto pubblico. Per questo è costretto a scendere a compromessi di gusto e la produzione deve essere snella ed efficiente.

L’attrezzatura utilizzata è quella professionale e gli ingredienti spesso non sono quelli che si trovano nei negozi per consumatori.

Insegnante

Leggi sempre il curriculum dell’insegnante.

Nella pasticceria vegana la formazione specifica combinata con l’esperienza nell’insegnamento sono indispensabili.

Fino a poco tempo fa non esistevano scuole dedicate a questo settore, ma i tempi sono cambiati.

Questo significa che per gli insegnanti di oggi il fai da te non è sintomo di professionalità.

Di certo avere una base di pasticceria tradizionale aiuta, ma quello che fa davvero la differenza è  aver frequentato scuole e corsi dedicati alla pasticceria senza l’utilizzo di derivati animali.

Attenzione però: non sempre un ottimo professionista è anche un bravo insegnante.

Un conto è applicare le proprie conoscenze, ma saperle anche trasferire agli altri, è tutta un’altra storia. Per questo controlla se l’insegnante in questione ha esperienza nell’organizzazione di corsi e workshop.

Programma

Il programma proposto deve essere chiaro, seguire un filo logico e portare realmente al risultato che viene dichiarato.

Investimento

Poniti sempre queste domande:

  • la cifra che investirò nel corso è sufficiente per mettere in pratica gli insegnamenti ricevuti?
  • dovrò spendere altri soldi in attrezzatura, magari anche molto costosa?

Garanzia

Nel caso ti accorgessi che hai scelto un corso che non soddisfa le tue aspettative, è prevista una garanzia? Questo è fondamentale per due motivi:

  • sai che “nel periodo di prova” puoi essere rimborsato senza problemi in caso di incomprensioni
  • se la scuola offre una garanzia importante hai la sicurezza che ciò che dichiara corrisponde a verità.

Questa è la mia check list pronta all’uso per scegliere il corso di pasticceria vegana per te.

Stai valutando se scegliere uno dei nostri corsi?

Per aiutarti ulteriormente a prendere quest’importante decisione ti regalo un assaggio di quello che imparerai ai nostri corsi di pasticceria vegana:

 

l’accesso gratuito alla prima lezione della scuola e al gruppo chiuso su facebook dedicato agli allievi

Sì, VOGLIO SUBITO LA PRIMA LEZIONE E L’ACCESSO AL GRUPPO ALLIEVI